Napoli, Insigne in Coppa Italia alla ricerca del gol perduto


image

Insigne, la guida del Napoli in coppa Italia. Lorenzo gioca domani
sera contro il Sassuolo e avrà una carica speciale: dopo
l’assenza per squalifica contro il Bologna salterà
infatti anche la partita di domenica prossima contro la Lazio per
la seconda giornata di stop.

IL DIGIUNO DI LORENZO
L’ultimo gol in campionato all’Empoli, il 2 novembre. Un
altro su rigore, quattro giorni dopo in Champions League al San
Paolo contro il Psg, poi il digiuno e il 2018 chiuso nel peggiore
dei modi con l’espulsione al Meazza contro l’Inter. La
voglia matta di ricominciare il nuovo anno da protagonista, i
precedenti positivi con il Sassuolo, squadra alla quale ha
già fatto gol in questo campionato. Tutti gli ingredienti
per una serata positiva: Lorenzo punto di riferimento azzurro in
coppa Italia, manifestazione che rappresenta un chiaro obiettivo
stagionale con la possibilità di affrontare la Juventus in
finale.
GLI ALTRI BIG
Ancelotti si affiderà anche ad altri big per la prima
partita dopo la sosta che rappresenta sempre un’insidia un
po’ per tutti. Il tecnico emiliano ha vinto una coppa Italia da
allenatore, quella con il Milan nel 2002-2003 e quattro da
calciatore tutte con la Roma (1979-80, 1980-81, 1983-84, 1985-86).
Contro il Sassuolo ci sarà Allan, il brasiliano oggetto
delle attenzioni di mercato del Psg, squalificato con la Lazio: il
brasiliano domani sera sarà il pilastro del centrocampo,
reparto dove mancherà per infortunio Hamsik. Un grande
trascinatore il mediano che vuole lasciare il segno nella prima
partita dell’anno, visto che poi sarà costretto a stare
fermo nell’impegno successivo degli azzurri. E giocherà
Koulibaly, anche lui squalificato contro la Lazio e in attesa la
prossima settimana del verdetto della Corte Federale sul ricorso
presentato dal club azzurro per la riduzione della sanzione. In
campo anche altri big contro il Sassuolo, in attacco sarà
Milik a fare coppia con Insigne (Mertens ieri ha svolto lavoro
differenziato per la distorsione alla caviglia accusata
nell’allenamento di giovedì a Castel Volturno): il
polacco ha chiuso l’anno con la doppietta al Bologna ed
è arrivato a quota 10 in campionato. Arek è il
più in forma tra le punte azzurre, un’alternativa
importante per gli schemi di attacco del Napoli: gli azzurri adesso
possono sfruttare anche i cross dalle fasce per i colpi di testa
dell’ariete polacco. Un valore aggiunto in questa fase del
reparto offensivo, dopo un periodo poco brillante. Ci saranno
però anche delle novità, previsto anche l’impiego
di qualcuno che ha giocato meno dall’inizio o a partita in
corso, tra questi Diawara, Rog, Ounas e Yuounes.

From: Il Mattino.